Cosa vuol dire scrivere in grassetto secondo te? Per molti vuol dire mettere il neretto dove capita, inserire enfasi in un blocco di testo per evitare il muro di parole.

come scrivere in grassetto
Come fare a mettere il grassetto online?

Non va bene. Questa soluzione per la formattazione del testo è indispensabile online. Non puoi fare a meno di questa opzione. L’attenzione del pubblico è minima, non puoi scommettere sulla capacità del lettore di concentrare lo sguardo.

Devi essere tu a guadagnartelo. Puoi usare diversi elementi, come gli header che definiscono le sezioni dell’articolo. Queste stringhe fanno capire cosa stai affrontando. E il grassetto coordina il tutto, ma tu sai in che modo? Vediamo.

Cos’è il grassetto o neretto per il testo online

Il grassetto è una caratteristica del font, un carattere tipografico più marcato e forte che acquista visibilità rispetto al alla scrittura normale, nota anche come rotonda.

La caratteristica essenziale di questa soluzione riguarda la capacità dell’occhio umano di cogliere con velocità le differenze di luce all’interno di un blocco di lettere. E il grassetto ha proprio questa capacità: variando lo spesso e la profondità del colore il neretto attira l’attenzione del lettore.

Il grassetto si inserisce nella collezione degli strumenti per dare enfasi al testo. Insieme alla possibilità di dare spessore maggiore alle lettere, infatti, puoi sfruttare il corsivo e il maiuscoletto. Quest’ultimo è usato per il capolettera o il sottotitolo.

Da leggere: come usare la punteggiatura

Perché e quando usare il grassetto sul web

Il motivo che ti spinge a fare il testo in grassetto è semplice: attirare l’attenzione su determinati aspetti. La regola fondamentale è quella della staticità interrotta.

Il neretto crea una rottura rispetto alla staticità del blocco testuale. Mettere enfasi sui caratteri su uno o più termini vuol dire spingere l’utente a puntare lo sguardo.

lettori del blog

Come sottolinea questo grafico di Nielsen, le persone tendono ad abbandonare soprattutto le pagine web con molto testo. Gli articoli lunghi, tipo i pillar article o i cornerstone content, rischiano molto se non vengono formattati con cura.

Scrivere in grassetto è decisivo, aiuta il lettore a focalizzare l’attenzione solo dove serve. Non sottovalutare mai l’importanza di un buon markup per il tuo testo.

People rarely read Web pages word by word; instead, they scan the page, picking out individual words and sentences (…) Web pages have to employ scannable text, using highlighted keywords (hypertext links serve as one form of highlighting; typeface variations and color are others).Jackob Nielsen

Il padre dell’usabilità sottolinea che le persone leggono raramente passo per passo. Invece scansionano la pagina, individuando singole parole e frasi interessanti.

Come risultato, le pagine del blog devono inserire testo facile da leggere. Ciò significa che mettere il testo evidenziato con un fonte più evidente è una buona soluzione.

Come fare il grassetto online con WordPress

Ora passiamo alla fase operativa. Se è così importante rendere un testo leggibile è giusto capire come mettere in grassetto il testo HTML. E se usi un CMS?

Con WordPress il processo è semplice e immediato, quasi banale: seleziona il testo e clicca sulla B che trovi in alto, negli strumenti di formattazione.

come fare il grassetto
Come mettere il testo in evidenza con WordPress.

Puoi ottenere lo stesso risultato con una scorciatoia della tastiera: seleziona il testo e poi premi control ( mela per i Mac) insieme al tasto B: per velocizzare la scrittura questo è un trucco imperdibile. Ma se non funziona l’editor WYSIWYG?

Mettere il grassetto con l’HTML (strong o bold?)

Fare il grassetto usando il codice HTML è facile, basta andare nell’editor e inserire le parole che vuoi mettere in evidenza nel tag strong. Vuoi un esempio concreto:

Testo da mettere in evidenza

In questo modo puoi avere il risultato sperato. Attenzione, meglio usare il tag strong o il bold vale a dire ? La prima soluzione è quella che viene utilizzata perché definisce semanticamente l’importanza del testo evidenziato dal cursore.

SEO e grassetto: quale rapporto?

Tra le varie leggende metropolitane sull’ottimizzazione per i motori di ricerca c’è anche questa: mettere la keyword in grassetto aiuta il posizionamento su Google.

Vero? Falso? In realtà non ho conoscenza di ricerche concrete che riescano a mettere in evidenza il neretto come fattore di posizionamento. Oltre a dire che è meglio usare per una questione semantica, per far capire che quello evidenziato è un elemento importante, non si può aggiungere altro di certo.

Guida il lettore con le lettere in grassetto

Se usi il grassetto nel modo giusto, quindi per mettere in risalto gli elementi e creare un percorso interno per il lettore, stai già facendo molto per la SEO.

Almeno indirettamente. La user experience è un fattore importante, migliorare il tempo di permanenza (in modo utile e fruttuoso) vuol dire dare all’utente ciò che cerca con il minor sforzo possibile. In questo equilibrio c’è anche il grassetto.

Come mettere il grassetto: regole di usabilità

Vuoi sapere come mettere il grassetto online, su un testo da pubblicare sul web. Io ho la mia regola di base: non esagerare. Se copri un intero paragrafo con il neretto hai confuso il lettore: tutto sarà importante, quindi niente lo è sul serio.

Come mettere il grassetto

Chi aggiunge il grassetto a caso, o pensando di abbondare, sbaglia. Meglio mettere una o due parole per paragrafo in neretto, spingendo l’occhio del lettore a focalizzarsi su ciò che serve veramente. Sei tu a dirigere l’orchestra. Un paio di regole:

  • Non entrare in contrasto con i link, anche loro evidenziano il testo.
  • Grassetto e sottolineato creano confusione, limita questo mix.
  • Non usare gli header per evidenziare il testo al posto del neretto.
  • Evita il grassetto inutile (tipo su un H2 o un H3).

La mia soluzione è semplice: crea un percorso interno, una mappa fatta di punti che l’utente può unire con lo sguardo. Inserire lettere in grassetto senza senso è un errore di usabilità: rendi il tuo testo online più interessante e facile da navigare.

Scrivere in grassetto su Whatsapp e Facebook

Ultimo passaggio: scrivere con enfasi sulle piattaforme social. La prima a introdurre una formattazione avanzata è stata Google Plus, e in realtà non si è visto altro. Però qualcosa si può fare anche con applicazioni esterne. Iniziamo dalla chat più famosa.

Grassetto su WhatsApp

Come mettere testo in grassetto nei messaggi WhatsApp? Molto semplice: scrivi ciò che vuoi inviare, selezioni la parte da inviare, vai sui tre puntini e scegli al formattazione. Puoi preferire il testo barrato, monospazio, corsivo o grassetto.

In alternativa puoi usare un linguaggio di markup molto conosciuto e attivo anche su Google Plus: comprendere un testo tra gli asterisco vuol dire metterlo in grassetto.

Grassetto su Facebook

Non ci sono soluzioni ufficiali per scrivere in grassetto su Facebook. Però puoi usare delle applicazioni esterne che consentono di copiare e incollare caratteri speciali in neretto. Non sempre funzionano, ecco un esempio di bold text generator.

Creare testo in grassetto
Il generatore di testo in grassetto: yaytext.com.

L’aspetto interessante di yaytext.com? Puoi creare testo in grassetto e corsivo con un font differente. Poi copi il risultato e lo incolli dove serve. Anche su Twitter.

Da leggere: come migliorare l’usabilità del blog

Come si scrive in neretto: la tua opinione?

Mettere il neretto nel testo può sembrare un gioco da ragazzi, un passaggio elementare. Facile da eseguire. Non è così e in quest’articolo ho inserito i punti essenziali del lavoro da svolgere, un’opera di attenzione alla scrittura online.

Questo passaggio che può fare miracoli per migliorare il rapporto con il lettore. Sei d’accordo con quest’opinione? Tu come usi il grassetto? Hai domande su altri passaggi della formattazione? Lascia la tua opinione nei commenti.

The post Come mettere il grassetto online: guida per formattare il testo appeared first on My Social Web.

Powered by WPeMatico

Leave a comment